Ospiti

Nato in Sardegna in un assolatissimo giorno d’estate del 1980, ha lasciato quasi definitivamente la sua splendida terra quando s’è iscritto all’Università la Sapienza di Roma. Dopo gli studi in Scienze della Comunicazione ha cominciato a lavorare come giornalista per la carta stampata e ha abitato in numerose città del nord Italia, non tutte indimenticabili. Dal 2015 vive a Barcellona, in Catalunya, viaggia più o meno sei mesi all’anno per Lonely Planet e ha firmato (da solo o con altri autori) quattro guide.

In editoria dal 1989, dal ‘98 è parte dello staff di EDT e dal 2006 coordina l’intera produzione delle guide Lonely Planet in lingua italiana. Ogni volta che può si rifugia in qualche posto di mare. Vorrebbe trasformare la sua casa in uno zoo, ma c’è chi glielo impedisce: per ora si accontenta di due gatti. Ama senza riserve il suo lavoro, tanto che gli amici la chiamano ‘la zia delle guide Lonely Planet’.

Metà vita passata a Napoli e metà a Roma, ha iniziato a scrivere di cibo nella redazione del Gambero Rosso. Giornalista free lance, collabora con diverse testate italiane e straniere scrivendo soprattutto di pizza, olio extravergine e ristoranti. Ha scritto La Buona Pizza insieme Tania Mauri e Alessandra Farinelli, (Giunti, 2016) con cui cura anche il blog pizzaontheroad.eu.

Vive a Milano e ha scritto di cibo, viaggi e costume per Amica, Dissapore, SportWeek, New York Magazine, La Repubblica. È una dei fondatori del sito saucemilan.com. Per Utet ha scritto con Joe Bastianich Giuseppino. Da New York all’Italia: storia del mio ritorno a casa (2014), con cui ha vinto il Premio Bancarella della Cucina nel 2015. Ha inoltre pubblicato ‘Manuale di sopravvivenza amazzonica per signorine di città’ (EDT 2016) e 'Prenotazione obbligatoria’ (UTET 2016).

Giornalista professionista e blogger, fondatrice di Forkids.it, sito di libri per bambini e co-fondatrice di Trip4kids, blog dedicato alle vacanze a misura di famiglia. Di viaggi ha scritto per Tuttoturismo, Gulliver, Anna, Meridiani, Capital, In Viaggio, Vivere&Viaggiare, Il Giornale, Il Nuovo.it, e ancora scrive per Oggi, Dove, Io Donna.it, Insieme, “In viaggio con mamma e papà”, “Viaggio Insieme” e “Viaggio” di RCS Media Group. Da oltre 15 anni si è specializzata nella vacanza family seguendo la rubrica “Dove con un bambino” del mensile Insieme (Sfera – RCS Media Group).
Per il Touring Editore ha mappato le strutture e gli eventi a misura di famiglia nella guida “Viaggiare in Italia con i bambini” (2013) ed ha realizzato la guida “Due ruote in famiglia” (edizione 2016).

Romano, giornalista, vicedirettore de La Stampa, per la quale è stato anche capo dell’Economia e corrispondente da Bruxelles. Ha scritto numerosi libri, fra i quali Il Gigante del Nilo (2000) e Trafalgar (2005). Segue con la stessa passione il dibattitto sulla costruzione di una casa comune europea, quello sulla riforme del debito e del mercato del lavoro, e quello sul “se l’età d’oro del rock sia davvero finita con la morte di David Bowie”.

Dal 2008 contribuisce alla nascita di VeneziePost, un portale di riflessione sullo sviluppo socioeconomico delle Venezie. Da lì iniziano una serie di esperienze che portano alla nascita del progetto Venezia con il Nordest Capitale Europea della Cultura 2019 e di una rete di Festival, dal Città Impresa a Trieste Next, dal Galileo Festival dell'Innovazione alla Green Week di Trento. L'interesse per il mondo dell'impresa e dello sviluppo del territorio fa nascere alcuni progetti di turismo industriale ed enogastronomico, frutto dell'elaborazione comune con Goodnet e con Fondazione Nord Est, tra cui Open Factory e We Food.

Nata a Torino il 12 marzo 1964, Simona Tedesco, liceo classico Berchet, laureata a pieni voti in Filosofia alla Statale, è specializzata nel tenere a battesimo nuovi progetti e nel corso della sua carriera lo ha fatto più volte passando dalla carta, al web, alla radio. Sposata, ha due figli Francesca e Tommaso.

Camminatore, fotografo e cercatore di vie dal 1980. Ha compiuto lunghi viaggi a piedi nel nostro Paese e in Europa e li ha raccontati in una ventina di libri, in alcune centinaia di reportage, in trasmissioni radiofoniche e televisive. Tra gli ultimi: PasParTu, 6.000 km a piedi senza meta nell’Italia che si fida. L’Appia antica da Roma a Brindisi per ritrovare e riconsegnare agli italiani la madre di tutte le vie europee, in cammino con lo scrittore Paolo Rumiz (da cui il volume Appia edito da Feltrinelli).

Autore televisivo (Chiambretti, Le Iene, Mtv, Discovery, Rai) radiofonico e pubblicitario. Quando non è impegnato a scrivere uno spot, un programma, un articolo per un sito o un giornale, si dedica alle passioni che lo ossessionano sin dall’infanzia: la lettura (di libri, fumetti, manualistica varia), la musica (da fruitore ossessivo/compulsivo e, purtroppo per chi ascolta, anche con una band sua), il cibo in ogni sua possibile sfumatura e ovviamente il viaggio.

Elena Dak ( Dacome all'anagrafe) nasce a Venezia nel 1970 e lavora da molti anni come guida per l’operatore turistico Kel12 in Africa, Medio Oriente e Asia Centrale. Ha un profondo interesse per il mondo pastorale nomade ed è laureata in Conservazione dei beni culturali con indirizzo antropologico presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia. Oltre a Io cammino con i nomadi (Corbaccio) è autrice di Sana’a e la notte e di La carovana del sale.

Gabriele Saluci, 27 anni, filmmaker. Viaggiare è il suo lavoro e quello che guadagna viaggiando lo spende in viaggi. Fin ora ha attraversato sessanta paesi, pensando che il mondo fosse più piccolo… Dal 2016 conduce una rubrica settimanale al Kilimangiaro, su RAI3, dove racconta le avventure in giro per il mondo in ape, motorino, autostop e bicicletta.

Shu Shu e Nati Katchi, in arte Suchi, amiche fin dall'università, sono legate da una forte passione per la musica elettronica. Il duo – la cui selezione musicale spazia dal disco al funk, al house - ha visto la sua prima grande apparizione nel 2009 nel più grande e famoso club underground di Lubiana, il leggendario K4. Da allora, suonano regolarmente in bar, discoteche, festival e diversi eventi in Slovenia, Austria e in Croazia.

Giornalista, scrittore, conduttore radiofonico e autore televisivo. È l’ideatore e conduttore di “Lateral”, la rassegna stampa satirica di Radio Capital e di “42”, il gioco sull’attualità che conduce con Enrico Bertolino. È stato “altro direttore” del settimanale Cuore sotto la direzione di Michele Serra. Scrive per il Corriere della Sera e Oggi. È tra gli autori di “Che tempo che fa”, di Fabio Fazio.

Donatella Di Pietrantonio ha esordito con il romanzo Mia madre è un fiume (Elliot 2011, Premio Tropea). Con Bella mia (Elliot 2014) ha partecipato al Premio Strega. Il suo ultimo romanzo L’Arminuta (Einaudi 2017) è finalista del Premio Campiello, Viareggio ed Alassio. Vive a Penne, in Abruzzo, dove esercita la professione di dentista pediatrico.

Dopo anni di vita dedicata con passione al turismo, il viaggiare diventa concreta esperienza del vivere il mondo e rafforza il coraggio di rinunciare alla sicurezza della “scrivania”. Risponde al richiamo di quel sogno, che sin da bambina ha smosso il suo cuore: Il Perù. Incontra Earth Cultura e Natura e sceglie di “sposarsi” definitivamente con il Tour Operator del quale, ormai da 15 anni, condivide filosofia e mission.

È amministratore delegato di Berto's, azienda leader nel campo delle cucine professionali, main sponsor di manifestazioni di eccellenza nel campo del food come Identità Golose e WeFood. La ricerca della qualità lo ha portato a implementare processi produttivi all'avanguardia all'interno della sua azienda e a sviluppare prodotti oggi tra i più ricercati dai grandi chef. Curioso, attento ai mutamenti economici e sociali, impegnato per anni nella sua associazione di categoria, è da sempre vicino ai mondi dell'innovazione e della cultura.

Un percorso universitario in Informatica e un’esperienza quasi trentennale nel settore dell’aviazione. John F. Alborante ha ricoperto ruoli manageriali in Finnair e Aviareps (per Air Canada, South African Airways, Aer Lingus ed Air Astana) occupandosi di marketing, vendite, relazioni pubbliche e comunicazione. Da settembre 2013 ricopre il ruolo di Sales and Marketing Manager di Ryanair con l’incarico di supervisionare tutte le attività di vendita e di marketing nel mercato italiano.

Amante della vita, di musica, arte e cibo. Nasce a Milano, dove vive con la propria famiglia e dove negli ultimi anni si dedica allo sviluppo dei brand e delle loro dinamiche relazionali con il pubblico, prima attraverso la comunicazione non convenzionale e successivamente come marketer. Innovatore, appassionato di tecnologia, ma soprattutto della rivoluzione sociale che questa si porta dietro. Viaggiatore indipendente, interessato alle tradizioni culturali e in particolare alla primaria fonte di diversità nel mondo: le persone.

Antonio Politano, fotografo e giornalista, realizza reportage per diverse testate, principalmente per La Repubblica e National Geographic Italia. In giro, lontano o vicino, osserva e prova a essere invisibile. È direttore artistico del Festival della Letteratura di Viaggio. Due versi di Baudelaire sono tra le citazioni preferite: «O sorprendenti viaggiatori! Dite, che vedeste?»

Dal 1996 insegna presso l’Università “Luigi Bocconi” di Milano, dove è il responsabile del corso “Art Markets & Museum Management” nella laurea specialistica in “Economics and Management in Arts, Culture, Media and Entertainment” e insegna nel Master di Economia del Turismo. Negli ultimi vent’anni si è interessato di storia ed economia dei mercati artistici e dei beni da collezione e di varie tematiche di economia dell’arte, progettazione museale e management delle istituzioni culturali. Collabora con Il Sole24ore, il gruppo Espresso, Il Giornale dell’Arte e alcune testate radiotelevisive.

Nato a Reggio nell'Emilia nel 1957. È musicista, cantautore e scrittore. È stato chitarrista e compositore del gruppo punk rock italiano Cccp e dei Csi. Ha pubblicato per Einaudi L'eco di uno sparo (2015) e Nessuna voce dentro (2017).

Giornalista pubblicista, ha cominciato l’attività come p.r. e corrispondente da Roma de Il Giornale dell’Arte (Allemandi). Oggi viaggia insieme al fotografo Mario Verin realizzando reportages di viaggio, archeologia, outdoor. Ha pubblicato sulle principali riviste, tra cui il Venerdì di Repubblica, Geo, Airone, Specchio della Stampa, Meridiani e altre. Collabora con il Touring e, dal 2015, con la casa editrice Emons per la quale ha pubblicato le guide di Milano e di Firenze nella collana "111 Luoghi che devi proprio scoprire". Nel 1992 ha vinto il Premio Letterario Garfagnana.

Nato a Palmanova nel 1948, ha iniziato l’attività di giornalista nel 1979 a «Lotta Continua». Ha scritto per «Panorama Mese» ed «Epoca» e si è occupato di mafia per il programma Mixer di Giovanni Minoli. In seguito ha collaborato con alcune testate giornalistiche del gruppo editoriale Mediaset (TG4, TG5, Studio Aperto), seguendo in particolare le guerre nell’ex Jugoslavia, i conflitti in Somalia, in Medio Oriente e in Afghanistan.

Giornalista professionista per forza - era il suo pallino da quando andava alle elementari -  inizia a 17 anni in una radio privata della sua città, Civitavecchia. Carattere di fuoco, quando si accende è difficile che qualcuno riesca a placarla! I suoi amori fondamentali, i gatti, la Juventus, la Gran Bretagna e la birra, svaniscono di fronte al suo autentico boss: suo figlio Riccardo, 10 anni ed un futuro da radiocronista sportivo. Nel 1999 entra nella sua vita Radio Capital dove ora conduce “Ladies and Capital” con Betty Senatore e “ItalianGraffiati” con Riccardo Quadrano.

Giornalista italiano-austriaco. In redazione a Style magazine, mensile del Corriere della Sera.  Autore della settimanale rubrica di musica Playlist su Internazionale, collabora con con Sky Italia e con Futura

Cristiano Cavina, classe 1974, è di Casola Valsenio, sull’Appennino tosco-romagnolo. Ama e ha scritto spesso della propria terra: in Alla grande, I frutti dimenticati e Scavare una buca, tutti pubblicati con Marcos y Marcos. Fin da ragazzo, quando può aiuta suo zio nella pizzeria di famiglia, “Il Farro”, naturalmente a Casola. Anche se a Napoli l'idea di un pizzaiolo del nord suona più strana di un ippopotamo nel Po.

Gabriele Corsi è nato a Roma il 27 luglio 1971.
Corsi inizia la sua carriera artistica partecipando alla fiction Il Maresciallo Rocca, nel 2001 insieme agli amici di sempre Furio e Giorgio, ovvero il Trio Medusa, inizia la fortunatissima esperienza radiofonica con il programma, ancora in onda tutti le mattine, Chiamate Roma Triuno Triuno per Radio Deejay. Insieme al Trio si trasforma anche in un irriverente inviato per il programma di Italia 1 Le Iene.

Vive a Torino e viaggia fin da bambina. Dal 2012 ha un blog di travel&leisure in cui si mette a disposizione di chiunque voglia viaggiare fuori dalle rotte comuni, senza spendere una fortuna. Sogna di trasferirsi definitivamente a Londra e nel frattempo ci torna ogni volta che può.

Nata e vissuta a Torino, con varie parentesi date dai suoi viaggi e soggiorni in giro per il mondo, Sofia Gallo ha speso molti anni nella scuola, nel giornalismo e nel lavoro editoriale, poi quasi per gioco ha cominciato a scrivere fiabe, racconti e romanzi per ragazzi.
Da allora non ha mai smesso e ha trovato forte interesse nei temi legati all’intercultura e alle problematiche dei giovani.
Sovente si è ispirata, nei personaggi, nei luoghi e nelle tradizioni, ai paesi amati dei suoi viaggi in Africa, Asia e in Medio Oriente.

Nato e cresciuto a Trieste, città elegante e multiculturale, dove da sempre il mondo sloveno si incontra con quello italiano, Aljoša Ota si è laureato in Economia Aziendale all’Università degli Studi di Trieste ed è oggi Direttore dell'Ente Sloveno per il Turismo in Italia. Ota parla5 lingue e vanta oltre 10 anni di esperienza, divisa tra il settore finanziario e quello turistico.

DJ, Producer, Music Lover, figura storica di Radio Capital, l'eclettismo è la sua carta d'identità: dal Jazz al Funk, dal Soul alla
Disco, tra il Brasile e l'Africa mantenendo sempre aperta la mappa sullo sconfinato continente dell'elettronica.
La passione per il viaggio e per quello che ogni viaggio lascia come impronta sonora, lo spingono sempre alla ricerca di nuove
rotte.

Giornalista, sangue romano e parmigiano, dal 1990 al 1993 lavora al primo tg satellitare di RaiSat, sotto la direzione di Massimo Fichera. Dal 1993 cuce parole dentro ai microfoni di Radio Radicale, dove è attualmente caporedattore. Cura da 20 anni la rubrica Media&dintorni sulle nuove tecnologie e la rubrica sul cinema Set-CinemaFuoriCampo. Per le Edizioni Selene pubblica nel 2008 il saggio cross-mediale Chi ha paura di Beppe Grillo?, per Sperling & Kupfer nel 2015 Quella notte all’Heysel. È membro del comitato scientifico del portale “Art Wireless”.

Nato e cresciuto nel sud dell’Inghilterra, Duncan scrive per Lonely Planet da più di 15 anni. Nel corso di questa collaborazione ha percorso migliaia di chilometri su e giù per l’Italia, ormai sua terra d’adozione, e ha partecipato alla stesura di numerose guide tra cui Roma, Sardegna, Sicilia, Piemonte e Napoli. Ha scritto articoli sull’Italia per The Times, The Independent e Evening Standard, oltre che per diversi siti web. Vive tra le colline dei Castelli Romani.

Nato a Torino nel 1966, è stato direttore del Salone Internazionale del Libro di Torino dal 1993 al 1997. Dal 2000 al 2006 si è occupato di sviluppare, coordinare e gestire il Piano strategico della città di Torino. Nel 2007 viene nominato direttore del Comitato Italia 150 con il compito di ideare, redigere e coordinare il progetto per i festeggiamenti a Torino e in Piemonte. Ha guidato con successo la candidatura di Matera a Capitale Europea della Cultura per il 2019 e tuttora cura l’attuazione del programma dell’evento.

Martha Friel è responsabile dell’area Turismo del Centro Studi Silvia Santagata CSS-EBLA di Torino. Insegna Comunicazione degli Eventi all’Università Cattolica di Milano e Management culturale e Politiche del Turismo alla Fondazione Campus di Lucca.

Emiliana di nascita, si è lasciata conquistare dal mondo della radio grazie ad un garage che ne ospitava una, piccola ma storica, chiusa poi dalla lungimirante legge Mammì. Le radici le ha messe apparentemente a Roma e a RadioCapital ma in realtà è una vera cittadina del mondo e lo ha dimostrato guidando per anni “Capital in the World”, programma che l’ha condotta in ogni angolo del pianeta. Oggi viaggia ancora, ogni pomeriggio dalle 5, sull'auto immaginaria di “Bla Bla Capital” con Riccardo Quadrano ed ogni sabato alle 13 con"Capital in the walkman", il programma che crea le playlist ideali per accompagnarvi in qualsiasi tipo di viaggio.

Direttore Regionale Lombardia Intesa Sanpaolo. Entra nel Gruppo nel 1982 e, con un percorso di carriera interno attraverso le filiali, nel 2012 diventa Direttore dell’Area Lombardia Nord, che ha sede a Bergamo. Nell’ottobre 2014 viene nominato Direttore Regionale Lombardia. Sposato e con un figlio, è appassionato di romanzo storico e di passeggiate in campagna.

In attesa che una nuova storia d’amore rock bussi alla sua porta, continua a leggere biografie delle più svariate rockstar mentre sogna di fare stage diving prima della fine del mondo. È convinta che prima o poi toccherà a lei diventare la nuova signora Jagger. Nel frattempo è stata tra i conduttori di Weejay a Radio Deejay. Scrive di musica e stile su Tu Style Magazine e sul blog Deejay nell’Armadio. “Rock In Love, 50 storie d’amore a tempo di musica”, è il suo libro, edito per Arcana, da cui è tratto l’omonimo programma in onda su Radio Capital.

Direttore Esecutivo ENIT – Agenzia Nazionale per il Turismo. È stato Membro di alcuni Comitati ministerali tra i quali quello per la destagionalizzazione, per lo sviluppo del turismo congressuale, per l’innovazione del turismo, per il rapporto tra sport e turismo ed altro.

Torinese, tra gli anni 80 e 90 ha condotto programmi musicali innovativi di RadioRai, come “Master” e, soprattutto, “Planet Rock”. Dal 1996 lavora per MTV dove è “Vice President of Talent & Music" dell'area Sud Europa, Medio Oriente e Africa; insegna all’Università Cattolica di Milano e pubblica periodicamente libri di argomento musicale. Dal 2007 conduce “Whatever” su Radio Capital, da cui sono state tratte 2 compilation che ha curato personalmente: "Splendidi Quarantenni" e "Capital Singles' Club". Dal 2014 conduce anche, in coppia con MassimoOldani, il programma "Black Or White".

Geopoeta, scrittore, autore di reportage, traduttore. In editoria dal 1984, nel 2004 dopo anni di viaggi ed elaborazione di uno stile capace di incorporare la relazione con il territorio nella narrativa di viaggio, esce da BaldiniCastoldi con I Diari di Rubha Hunish, seguito da La valle di Ognidove, La strada era l'acqua, La musica della neve, Scrivere la natura, Camminando. Nel settembre 2017 uscirà per Bolis Ed, nella nuova collana Genius Loci, un lungo racconto inedito ispirato a eventi storici e artistici della città di Bergamo.

classe 1987, dopo una laurea in Giurisprudenza e alcuni anni di lavoro nel settore marketing e comunicazione a Milano, oggi è Ceo e Co-founder di Foody, la prima piattaforma di turismo enogastronomico dedicata a tutti i viaggiatori che vogliono organizzare, prenotare e vivere autentiche esperienze enogastronomiche ovunque vanno. Un modo innovativo di viaggiare e scoprire nuovi luoghi.

Arrivato nel 2011 in Madagascar, ne sono rimasto affascinato. Quel viaggio ha cambiato la mia vita e la mia identità. Inizialmente ero rimasto affascinato dalla popolazione, dai luoghi, dal colore del mare. Poi ho imparato a viaggiare guardando le cose con un occhio più critico e nel 2014 ho fondato una Onlus, H4O, Help for Optimism che promuove progetti di sviluppo globale sostenibile nelle isole di Nosy Komba e Nosy Iranja nel nord-ovest del Madagascar.

Michele Stefanile è archeologo subacqueo presso l’Università di Napoli “L’Orientale”. Per lo stesso ateneo è responsabile, dal 2011, del laboratorio di Archeologia Subacquea e delle Strutture Sommerse, ed è coinvolto, da docente, nel corso iOS Foundation in cooperation with Apple, per lo sviluppo di applicazioni mobili in ambito culturale. Dal 2017 collabora, in qualità di archeologo subacqueo, con l’ISCR-Istituto Superiore per la Conservazione ed il Restauro, per la valorizzazione di siti archeologici sommersi.

Vittorio Bongiorno (Palermo, 1973) è scrittore e musicista. Per il suo ultimo libro di viaggi e musica City Blues. Los Angeles, Berlino, Detroit: musiche, persone, storie (EDT, 2016) ha girato l’Italia con il reading musicale di chitarra, loop e voce narrante. Collabora con Mucchio Selvaggio e il manifesto. Vive e lavora a Bologna.

Barry Miles, scrittore inglese nato nel 1943, è stato uno dei protagonisti della scena underground londinese. Tra i fondatori della leggendaria Indica Gallery, libreria alternativa e polo d'attrazione della Swinging London degli anni Sessanta, nel 1966 ha contribuito alla nascita del periodico indipendente "International Times". Ha pubblicato decine di libri dedicati alla letteratura, alla musica e alla società dello spettacolo, fra i quali "Many years from now", scritto a quattro mani con Paul McCartney, "Frank Zappa. La vita e la musica di un uomo 'absolutely free'", "Il Beat Hotel. Ginsberg, Corso, Burroughs e gli altri", "Hippy" e "I favolosi Beatles” e il più recente "Io sono Burroughs”. “London calling" il suo omaggio alla controcultura britannica ispirato dal celebre disco dei Clash, nel 2012 è stato tradotto e pubblicato per la prima volta in Italia da EDT.

È da anni ormai riconosciuto come il "Re dei Panettoni", con una straordinaria capacità di innovazione si un prodotto considerato da tutti "tradizionale" e legato esclusivamente alle festività natalizie. Loison ha, invece, iniziato da anni a proporlo nei mercati esteri, tanto da entrare già da tempo (e tra i primi) sia nei canali di vendita online sia nei grandi templi dell'eccellenza come Harrod’s. Oggi Loison si qualifica come un vero ambasciatore nel mondo del "Made in Italia" di qualità.

Enrico Franceschini, nato a Bologna nel 1956, giornalista e scrittore, gira il mondo da più di trent’anni come corrispondente estero per il quotidiano “la Repubblica”, per il quale ha ricoperto le sedi di New York, Washington, Mosca, Gerusalemme e Londra, dove vive dal 2003.
Con Feltrinelli ha pubblicato i romanzi La donna della piazza Rossa (1994), Amore e guerra (1996), Fuori stagione (2006), Voglio l’America (2009) e L’uomo della Città Vecchia (2013); e i saggi Russia, istruzioni per l’uso (1998) e Avevo vent’anni (2007).

Nato a Napoli è musicista cantante e produttore musicale. Ha problemi con il jet lag ma niente riesce a tenerlo lontano dal Giappone, dove va ogni volta che può. Ha composto la colonna sonora di I LOVE TOKIO, accessibile tramire QR code. È sposato con La Pina.

Paola, nata a Como nel 1972, per ora vive a Milano. Laureata in Metodologia della Storia e della Storiografia a Pavia con la guida di Luigi Zanzi, grande professore e uomo, è giornalista di viaggi da 16 anni, prima per Traveller Condé Nast, ad oggi come responsabile della sezione viaggi per Vanityfair.it. Ama conoscere ogni cosa che non conosce, parlare con chiunque incontri, provare qualsiasi cibo, vedere ogni orizzonte, azzerare ogni distanza tra le persone. Ama le alte vette del mondo dove il tempo è più veloce e l'aria più leggera.

Paolo Giuseppe Alessio, per gli amici Paul, lavora da anni per la casa editrice EDT e si occupa di marketing e digital, in particolare per le Guide Marco Polo. Pensa che la scrittura sia una delle forme più alte dell’espressione umana, insieme all’amicizia, e la coltiva più che può in pubblico e in privato.
È laureato in filosofia, ma quando sente che la ragione sta prendendo il sopravvento alza gli occhi e si occupa delle stelle.

Cicloviaggiatore con al suo attivo molti viaggi nazionali e internazionali, con Ediciclo ha pubblicato i reportage a pedali Strade d’Oriente (scritto con Aldo Maroso); Salam Shalom; Il Vento dei fiordi; le guide Ciclovia del Danubio. Da Passau a Vienna; Ciclovia Destra Po. Da Ferrara al mare in bicicletta; Le piste ciclabili della Val Pusteria; Ciclovia della Drava. Da Dobbiaco a Maribor; Guida alle più belle piste ciclabili in Veneto, Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia; Parigi-Londra in bicicletta; Piave in bicicletta; Guida alle strade dei vini e dei sapori in bicicletta; La Via Francigena in bicicletta 2 e l’agenda Parole a pedali.

Laureato in Economia e Commercio a Ca'Foscari, due figlie. Da molti anni Consulente Marketing turistico e Project Manager Turismo/Cultura di aziende pubbliche, Regioni, Province e Comuni del Nord Italia e della Fondazione Dolomiti UNESCO. È stato il responsabile del progetto Dolomites Google Street View.

Viaggiatrice per passione, lavoro come filmmaker indipendente. Per scelta viaggio spesso da sola, perché solo così ritengo di potermi inserire realmente in una comunità. Ho attraversato da sola a piedi parte del Tibet, dell'India del nord, del Pakistan e del Nepal. Ha fatto parte della prima spedizione femminile a tentare la traversata integrale dello Hielo Continental in Patagonia e della prima spedizione alpinistica tornata nel corridoio del Wakhan in Afghanistan dopo 20 anni. Ho salito tre ottomila senza l'ausilio di ossigeno e numerose cime in sud e nord America.

Blogger professionista e web marketing strategist freelance, classe 1978. Viaggia, scrive, crea storie, studia il passato, programma, racconta, inventa. Traccia la strada sulla quale vuole camminare. Adora i Clash e vorrebbe una macchina del tempo per riportare indietro Joe Strummer, David Bowie e Chris Cornell.

Roberta Garibaldi, ricercatore, consulente e docente di turismo enogastronomico, è autore di numerose pubblicazioni e regista di molteplici progetti applicati in tutta Europa. È nel board dell’International Institute of Gastronomy, Culture, Arts and Tourism, ambasciatore della World Food Travel Association, membro di diverse associazioni scientifiche di turismo e direttore di “Ea(s)t Lombardy – Regione Europea della Gastronomia 2017”.

Franco Arminio è nato e vive a Bisaccia in Irpinia d’Oriente. Ha pubblicato una ventina di libri. Attualmente è il referente tecnico del Progetto Pilota della Montagna Materana, nell’ambito della Strategia Nazionale delle Aree Interne. Ha ideato e porta avanti La casa della paesologia a Trevico e il festival La luna e i calanchi ad Aliano.

Udinese per nascita (1952), milanese d’adozione (dal 1978) e dal 1998 cittadino onorario di Savannah, la località Usa dove ha ambientato Ascoltavo le maree (Ink Edizioni, 2013), suo romanzo d’esordio (quattro ristampe) adottato dalla Georgia State University di Atlanta come testo nei corsi di Italiano. La versione inglese – Whispering Tides – ha vinto la sezione Multicultural Fiction ai Global Awards 2013 di Santa Barbara, California. Da giornalista (iniziò con Indro Montanelli) è stato inviato speciale in tutto il mondo, in particolare negli States, dove ha ambientato anche Soltanto il cielo non ha confini (Ink, 2014), intreccio di sogni e drammi lungo il confine Usa-Messico. La sua terza storia made in Usa, dedicata ai milioni di americani in perenne movimento da uno Stato all’altro, è Conoscevo un angelo (Ink, 2015). Guido è sposato con Maria Rosa, oncologa.

Milanese di origini adriatiche, completa gli studi di filosofia ma il senso della vita sfugge. Meglio indagare sull'abitudine della mamma (pugliese) di mettere il pomodoro anche nel tiramisu. Precorre i tempi, come tutti i cuochi di cui oggi il figlio scrive su Identità Golose (e altre testate) e parla a lezione allo Iulm (e in altri atenei).

La carriera artistica di Enrico Bertolino comincia tra il 1996 e 1997 anni in cui vince il concorso per giovani comici Il Cabaret del Cabaret, il Premio Petrolini al concorso di Cabaret Bravo Grazie! di Courmayeur e il Festival del Cabaret Ugo Tognazzi nella categoria BIG. Da gennaio 2015 è in tournée con il nuovo spettacolo Casta Away – la tempesta #cambiaverso scritto da Enrico Bertolino, Luca Bottura, Ugo Ripamonti e Curzio Maltese per la regia di Massimo Navone ed è con Luca Bottura su Radio Capital con il programma 42.

Nasce in provincia di Napoli nel luglio del 1976. Laureato in Lettere Moderne presso Federico Secondo di Napoli con una tesi sulla Storia della Radio. Dal 29 settembre 2009 conduce "DeeNotte" in onda dalla domenica al giovedì dalle 22 alle 24, su Radio Deejay. Nel maggio 2016 gira il suo primo docufilm dal titolo Napolitaners - Un documentario su Napoli nella prospettiva di chi vive la città da lontano, una sorta di diario di vita e di viaggio in diverse città del Mondo, da Berlino a NY, da Milano e Tokyo.

Il progetto musicale dei BluBird, duo composto da Tadej Gujt e Damjan Jovic, nasce dalla volontà di mescolare i suoni di diversi generi musicali – dal chill out al deep house, dal dance al r’n’b, dal funk all’indie dance – per creare melodie favolose capaci di ipnotizzare. Durante gli spettacoli, il duo unisce strumenti suonati dal vivo e musica elettronica per trasportare gli ascoltatori in un viaggio irripetibile seguendo lo spirito del Blubird, una guida spirituale che è apparsa in sogno sotto forma di un antico uccello esotico.

Mary Cacciola nasce, una prima volta, il 2 gennaio del 1970, a Reggio Calabria, sotto il fantastico segno del Capricorno.
Nasce, una seconda volta, il 30 giugno del 1985, sempre a Reggio Calabria, quando inizia a parlare alla radio.
Nel 1989 il trasferimento a Roma e le prime collaborazioni con le radio locali, seguono 10 anni in Rai, dove ha lavorato come programmista, regista e conduttrice e finalmente, dal 1999, Radio Capital. Dal 2007 è la metà del Duo, l’altra metà è il ragazzo immagine della radio: Andrea Lucatello. Dal 2004 al 2014 voce de La7 e La7d.

Antropologo, per dieci anni ha vissuto e lavorato tra Vietnam, Europa e Stati Uniti, occupandosi di cooperazione culturale. Dal 2012, di nuovo in Italia, si dedica all'ideazione e gestione di progetti territoriali ed eventi culturali che raccontano - sempre con sguardo "antropologico" - la realtà dei nostri territori. Con Goodnet Territori in Rete, di cui è fondatore, e VeneziePost, cura una decina di manifestazioni culturali - tra cui Green Week, Città Impresa, Galileo Festival dell’Innovazione, Trieste Next - e opening come WeFood e Open Factory.

L’Arbuà, proprio così, alla “francese”, nasce a Torino alla fine degli anni 60 ma è solo negli anni 80 che fiorisce il suo amore per la radio grazie ad un compagno di scuola che lo porta in giro per le emittenti torinesi dove impara a fare tutto, mettere dischi, pubblicità e parlare al microfono. Passione che lo porta nel 1995 a Radio Capital e che gli consente finalmente di rendere note a tutta la nazione le sue predilezioni: i Beatles, i Blues Brothers e tutto il mondo Belushi, i musical e le cover meno note che riesce a scovare come e meglio di un cane da tartufo piemontese! “SettantaOttantaNovanta” e “Back and Forth” sono i suoi cavalli di battaglia.

È l'erede di una tradizione - quella dell’arte vetraria - nata nel 1397 e giunta oggi alla 23° generazione. Entrato in azienda a 20 anni, apre la filiale americana con uffici e show room a New York, dove risiede per 9 anni; nel 2006, rientra a Murano per dedicarsi alla riorganizzazione aziendale e nel 2009 compie una delle operazioni di cui va più fiero: la riacquisizione del marchio storico Seguso Vetri d’Arte, riportato in seno alla famiglia dopo un trentennio.

Giornalista italiana Nella redazione milanese di Rai 3. Dopo la laurea in Lingue e Culture orientali all'Università di Bologna, nel 2011 si trasferisce al Cairo dove per 4 anni segue per diverse testate la transizione democratica del dopo rivoluzione. Nel 2013 ha vinto il premio "L'isola che c'è" per il suo lavoro durante i giorni della deposizione del presidente egiziano Mohammed Morsi. Ha lavorato anche in Turchia, Tunisia, Qatar e Ucraina.

Giornalista a Rai News 24. Milanese, interista, una vita precedente in due isole felici dell'etere: conduttore e autore di Caterpillar (Radio2), dopo nove anni bellissimi a Radio Popolare. Ha un mito, Beppe Viola, cui ha dedicato un documentario per Rai3, Quelli che... Beppe Viola. Nel 2016 ha pubblicato un graphic novel su Giacinto Facchetti, Il rumore non fa gol (Editore Beccogiallo).

Duilio Giammaria, giornalista, documentarista, scrittore. E' stato autore e produttore di “Extra” primo programma di coproduzione europea (RAI 2, BBC2, ANTENNE 2, TVE, SVT) (1990).
Dal 1991 al 1996 ha lavorato a Raitre nei programmi di approfondimento, ha prodotto il reportage di prima serata "Sud" (Les Enfants de la Mafia) in collaborazione con la rete televisiva francese TF1.

Emilio Bellingardi, direttore generale di SACBO, vanta 40 anni di esperienza a livello di alta direzione nel settore aeroportuale con un forte background sia sulla parte operazioni, che commerciale, sviluppo infrastrutturale, qualità e strategia aziendale. È presidente di BGY International Services, membro del Consiglio di Amministrazione di Assaeroporti, Segretario Generale di International Center for Competitiveness Studies in the Aviation Industry.

Capocronista della Stampa a Torino. Viaggiare è come respirare. Ama raccontare il mondo attraverso odori e sapori. Non scrive libri.

Fotografo dell'agenzia Contrasto con base a Beirut. Il suo lavoro è apparso su testate internazionali fra cui The New York Times, The Wall Street Journal, Le Monde, Newsweek, Time Magazine, Wired, The New Republic, The Atlantic, Der Spiegel, LFI - Leica Fotografie International. Collabora stabilmente con il Washington Post.
Nel 2014 ha pubblicato The Little Book of Kabul, in collaborazione con la scrittrice Francesca Recchia.

Luca Iaccarino (Torino, 1972) viaggia e mangia grazie a Repubblica, Lonely Planet, Vanity Fair, Dissapore, Slow Food e Identità Golose. È editor food di EDT e con Stefano Cavallito e Alessandro Lamacchia dirige la collana di guide ai ristoranti “I Cento”.
Il suo ultimo libro è “Il gusto delle piccole cose” (Mondadori).
Ha una moglie molto paziente e due figli molto voraci.

Gli effetti della dislocazione geografica e delle contraddizioni interne all’identità culturale sono temi ricorrenti nella produzione di Ramak Fazel. Lavorando con, intorno e alle volte contro le tradizioni della fotografia, è stato portato a lavorare sull’idea di individuo come riflesso dei luoghi. Nel 2008 espone il suo progetto “49 Capitols” un essay fotografico del suo viaggio sulla 29 US State Capitols, a Storefront for Art and Architecture a New York. Nel 2014 in occasione delle 14esima Biennale di Architettura, nella sezione Monditalia, Ramak Fazel ha presentato il suo progetto in continua evoluzione “The Buisness of People”. Ramak ha un MFA e un BS in Ingenieria Meccanica alla Purdue University. Attualmente è visiting lecturer alla San Francisco Art Institute.

Architetto italiana e svizzera del Politecnico di Milano, specializzata in antropologia americana all’Università Complutense di Madrid, studia l'architettura cerimoniale andina dal 1986. Dopo un rilievo sugli insediamenti inca e sulla pianificazione urbanistica a Ollantaytambo, in Perú, la sua ricerca si è focalizzata sugli spazi sacri, sui centri cerimoniali e sulle capitali teocratiche. Lavora per il CISRAP in Perù a Cahuachi, Nasca, dal 1996 e più recentemente a Tiahuanaco in Bolivia.

Nasce a Genova ma da sempre risiede a Milano. Si divide tra la professione forense e la vita di fotografo-scrittore. Ha vissuto la Slovenia intensamente, sin da prima che questa entrasse nell’Unione Europea. Proprio partendo dalla Slovenia, negli ultimi anni si è recato sui campi di battaglia della Prima Guerra Mondiale lungo tutto l’arco alpino, realizzando la mostra fotografica Si combatteva qui! 1914-1918, che sta girando l’Italia e l’Europa. Collabora come freelance con la rivista Storia Militare. Cura costantemente il suo sito web dedicato alla fotografia www.franconiphotos.eu.

Artista di strada, clown ed equilibrista, da oltre 15 anni porta in giro per l´Europa i suoi spettacoli. Vincitore del Premio per la valorizzazione del teatro di strada in Italia, è uno dei fondatori del Caffè -Teatro della Caduta di Torino.

Nasce a Monza il 12 Aprile 1961. Comincia a fare radio nel 1978, prima come DJ poi come producer, creativo e autore. È a Radio Deejay dal 1985 al 2010: Producer dal ’85 al ‘94, Station Manager dal ‘95 al 2010. Dal 2010 è Direttore Artistico di Radio Capital. Ideatore di progetti speciali e campagne radiofoniche e web per Radio Deejay e Radio Capital. Producer dei canali musicali di Elemedia per SKY: myDeejay, Radio Capital TiVù e Sky Music.

Stefano Faravelli nasce nel 1959 a Torino, dove si forma come pittore, prima al liceo artistico, poi all’Accademia di Belle Arti. La varietà dei suoi interessi lo spinge a laurearsi in filosofia morale e a seguire studi orientalistici, mentre come pittore svolge un’intensa attività espositiva in Italia e all’estero. Questa doppia vocazione di peintre-savant lo orienta verso il carnet di viaggio: del 1989 il suo primo taccuino, frutto di un lungo viaggio indiano, a cui faranno seguito diversi altri carnet, tra cui Cina, Mali, India, Egitto e il nuovissimo Verde stupore - Madagascar, tutti pubblicati da edt.

Giorgio Gori, Sindaco di Bergamo eletto durante la tornata elettorale 2014 nelle file del Partito Democratico. Dopo essersi laureato in architettura e svolto l’attività di giornalista, nel 1984 inizia la sua attività presso l’emittente televisiva ReteQuattro; dal 1991 al 1999 sarà direttore delle emittenti Canale5 e Italia1.
Fondatore della casa di Produzione Televisiva Magnolia, specializzata nello sviluppo e produzione di format originali per la televisione e per i media interattivi, nel 2012 fonda l’Associazione InNovaBergamo con l’obiettivo di approfondire i temi che riguardano il presente e il futuro della città e decide di dedicarsi alla politica.

Anna Vanzan, iranista e islamologa, Ph.D. in Near Eastern Studies presso la New York University. Insegna Cultura araba alla Statale di Milano. Si occupa di questioni di genere e storia delle donne nel mondo musulmano, con particolare riguardo a quello mediorientale e centrasiatico.

Votato al giornalismo, prestato alla conduzione di "Non c'e' duo senza te'". Svizzero di nascita, romano d'adozione e di passione. Comincia a lavorare come cronista a Paese Sera, poi passa all'Agl (l'Agenzia giornali locali del Gruppo Espresso). Ma servono giornalisti d'assalto in un nuovo quotidiano locale che il Gruppo sta aprendo nelle Marche e nel 1995 si trasferisce dalla Capitale ad Ancona. Da qui, dopo due anni, per pochi mesi, va ad Ascoli. Nel 1997 la svolta: viene chiamato a Radio Capital e inizia la grande avventura radiofonica che sfocia, nel 2007, nella conduzione a quattro mani e due voci con la ragazza immagine di Capital: Mary Cacciola. 

Scrittore e giornalista. Ha indagato e raccontato la condizione del lavoro precario giovanile. Ha scritto reportage sui giovani, nuove tendenze del lavoro e viaggi. Ha fondato il magazine di narrazione urbana MagazineRoma.it. Ha scritto per la casa editrice Einaudi “Senza volo, storie e luoghi per viaggiare con lentezza”. Per il Touring Club Italiano ha scritto racconti di viaggio di “mobilità dolce”. Per Editori Laterza ha scritto la raccolta di racconti di viaggio “La libertà viaggia in treno”. Per Einaudi è il suo terzo libro dal titolo “Controvento”.

Friulana, filologa, giornalista, giramondo, autrice, yogini in ordine cronologico, attualmente collabora con gli inserti del Corriere della Sera, scrivendo di libri, facendo reportage dai mondi in via di sviluppo, scovando felicità alternative.

Giornalista siciliana di 29 anni. Vive a Messina ma la sua vera casa è il mondo: ha lavorato a Washington, Parigi e Roma. Appassionata di viaggi e fotografia, nel 2016 ha fondato il blog Scorci di Mondo. Tra gli ultimi suoi progetti spiccano “In viaggio con Veronica” e “Trekking con Veronica”, trasmissioni che hanno l’obiettivo di diffondere il suo innato amore per le avventure e le bellezze della sua amata terra, la Sicilia.

Nato in Perú ma vissuto negli ultimi trent'anni in Gran Bretagna, è fondatore e chef di tre ristoranti peruviani leader della classifica della Guida Michelin a Londra, oltre che del recente e acclamatissimo Casita Andina a Soho.

Ama organizzare da sola i propri viaggi ed ha sempre la valigia pronta per scoprire nuovi paesi. Nata e cresciuta nella provincia di Livorno, da 3 anni vive in Veneto. Adora assaggiare le specialità culinarie del posto, ha la fissa per gli Uffici di Informazione Turistiche ed una passione smisurata per la cancelleria. Nella sua valigia non mancano mai la guida cartacea (ben studiata prima di partire), quaderno con matita ed il suo cellulare per documentare il viaggio.

Nato a Belluno nel 1956, inizia negli anni ‘70 con il cosiddetto teatro civile. Ha raccolto il successo più grande con il monologo Il racconto del Vajont 1956/9 ottobre 1963, portato a teatro nel 1995 (Ubu per il teatro politico) e trasmesso in diretta televisiva su Raidue il 9 ottobre 1997 (tre milioni e mezzo di telespettatori, Oscar tv come miglior programma dell’anno).

Eugenio Sorrentino, formatosi alla scuola di ingegneria aerospaziale dell’Università Federico II, giornalista specializzato nel settore aerospaziale e scientifico, dal 2000 è responsabile dell'ufficio stampa di SACBO, società di gestione dell'Aeroporto di Bergamo Orio al Serio. Vicepresidente dell'Unione Giornalisti Aerospaziali Italiani e segretario dell'Unione Giornalisti Italiani Scientifici, è autore di vari libri tra cui “Orio al Serio, una storia di successo”.

Nato a Roma nel 1973 vive da sempre tra Bari, la Puglia e la sua città natale. Ha iniziato la sua carriera nel mondo dei viaggi e del turismo mettendosi uno zaino in spalla e girando il mondo in solitaria, ha fondato Oceanica Arte & Artigianato una piccola azienda di import export di oggetti d’arte etnografica dal Sud Pacifico. Ha partecipato attivamente alla ideazione e avvio dell’Agenzia Regionale del Turismo Pugliapromozione di cui è marketing manager.

Conduce “L’altra Europa” e “Terra in Vista” su Radio24 e il programma di divulgazione scientifica “Big Bang” su DeaKids. Ha ideato e presentato “Nautilus” su Rai Scuola, “Screensaver” su Rai 3, “L’altrolato” su Radio2 e "Terza Pagina" su Rai 5. Scrive per “La Stampa”, “Topolino”, “Style Bambini” e "Origami”. Collabora ai testi di Fiorello e ai programmi di Giovanni Floris. È appassionato di storie piccole, originali e virtuose che ha il privilegio di raccontare in radio, in tv e sulla carta.

Nato nel 1954 a Torre Pellice, dove risiede attualmente, è giornalista professionista e storico dell’alpinismo europeo ed extraeuropeo. Ha cominciato ad occuparsi di montagna da giovanissimo, prima come escursionista, alpinista e sciatore e successivamente (senza abbandonare mai l’attività sul terreno) come studioso. Ha diretto per molti anni la Rivista della Montagna. È direttore editoriale della rivista “Camminare” Fusta editore.

Dopo gli studi in relazioni internazionali e una prima esperienza nei Balcani ha lavorato in Medio Oriente, e in particolare in Israele e Palestina, come specialista di diritti umani. Nel 2012 ha deciso di raccontare la battaglia di Aleppo come giornalista freelance, e da allora, i suoi reportage sono stati tradotti in 21 lingue. Cinque anni e 500mila morti dopo, vive ancora tra Siria e Iraq, e nei momenti di tregua, racconta i palestinesi per Yedioth Ahronoth, il principale quotidiano israeliano.
Ha scritto La guerra dentro (Bompiani 2014) e Ma quale Paradiso? (Einaudi, 2017).

Giornalista e scrittrice americana laureata in sociologia e studi di genere, si occupa principalmente di cibo, sostenibilità e cambiamento sociale, ed è professore associato presso il Sustainable Society Institute dell’Università di Melbourne in Australia. Vanity Fair l'ha definita un “messaggero ambientale”, l'Independent l'ha inserita tra i 10 ecoeroi del nostro Pianeta, mentre Marie Claire la considera una delle otto donne che possono salvare il Pianeta.
Cura un podcast, the Slow melt, tutto dedicato al cioccolato di cui è grande appassionata.

Nato a Roma nel 1947, laureato in Fisica, ha poi studiato Sociologia con Pierre Bourdieu all’École Pratique des Hautes Études di Parigi. Giornalista, ha collaborato con “Paese Sera” e “Mondoperaio”, e collabora con “il manifesto”. Tra le sue pubblicazioni: I nuovi filosofi (Lerici, 1978), L’immaginazione senza potere, mito e realtà del ’68 (Mondoperaio, 1978), la cura di La crisi del concetto di crisi (Lerici, 1980), Gli ordini del caos (manifestolibri, 1991), Via dal vento. Viaggio nel profondo sud degli Stati Uniti (manifestolibri, 2004) e, con Feltrinelli, Il maiale e il grattacielo (1995) e Lo sciamano in elicottero. Per una storia del presente (1999).

Carlo Giovanni Pietrasanta è un vignaiolo lombardo, titolare dell’azienda agricola Pietrasanta Vini e Spiriti nella collina di Milano, a San Colombano. Presiede il Movimento Turismo del Vino Lombardo, prima associazione regionale costituita nell’aprile 1997, fin dalla sua nascita. Tra i soci fondatori del Movimento Turismo del Vino nazionale, è da sempre promotore in Italia e all’estero dell’enoturismo.

Giornalista milanese, inciampato nella new economy e salvato dalla bicicletta. Nel 2004 ha attraverso tutti i Paesi della nuova Europa, fino a San Pietroburgo. Poi il colpo di fulmine per il Mediterraneo. Da un po’ di tempo pedala con un carrellino gemellare attaccato alla ruota posteriore. Sognando il Karakorum, però. Per Ediciclo Editore ha pubblicato i reportage di viaggio Europa Europa e C’è di mezzo il mare.

All’inizio degli anni anni ottanta, a Brescia, prendono forma i Precious Time che cambieranno nome in Timoria. Omar Pedrini, oltre ad essere il chitarrista e leader, è autore dei testi e delle musiche. Nel 2002, si conclude l’esperienza con i Timoria e inizia il nuovo percorso artistico con un debutto da solista al Festival di Sanremo e il premio speciale per il miglior testo.

Nata in Romagna, vive in Veneto e viaggia molto per lavoro (e non solo) dal Nord al Sud d’Italia. Architetto e storica dell’architettura, lascia la ricerca per affrontare sul campo i temi della salvaguardia e della valorizzazione dei beni storico-artistici. Dopo le tappe universitarie, a Venezia e Harvard, ed una iniziale esperienza al Centro Internazionale di Studi di Architettura Andrea Palladio di Vicenza, approda in Intesa Sanpaolo come Responsabile dell’Ufficio Iniziative Culturali, Progetti Espositivi e Patrimonio Artistico.

Esploratore, speaker motivazionale e performance coach. Nel 2001 corre la Marathon des Sables, una corsa a tappe di 250 km nel deserto del Sahara. Nel 2002 e 2003 cammina attraverso l’Alaska, spingendo una slitta per 2.000 chilometri. Nel 2005, rema da solo per 11.000 km attraverso il mare Mediterraneo e l'Oceano Atlantico. Nel 2008 si ripete e rema per 18.000 km attraverso l'Oceano Pacifico, dal Perù all’Australia, ancora una volta da solo. Nel 2011 Alex corre per 5300 km attraverso Stati Uniti e nel 2017 in 13 giorni attraversa il Vatnajokull, il più grande ghiacciaio d’Europa (Islanda) con sci e slitta.

Divenuto celebre nel 2013 con ‘Unti e Bisunti’, la serie TV cult dedicata allo street-food, in onda su DMAX. Trentenne di Frascati, ex-rugbista, nel 2010 si diploma Chef all’ALMA. Per i modi spicci e l'approccio fisico con il cibo si afferma come l'antichef, rude e tatuato che conquista tutti per competenza e originalità. Rubio è un cuoco non–convenzionale, indipendente, non ha un ristorante ma è sempre in viaggio alla scoperta di saperi e sapori. Rubio si distingue per il suo impegno sociale in cucina.

Jacopo Poli è nato a Bassano del Grappa nel 1963 ed è cresciuto al tepore di un alambicco. Alle elementari aiutava il papà in distilleria e alle interrogazioni di storia e geografia qualche volta non sapeva rispondere. Da quei tempi non ha mai smesso di studiare a fondo la cultura della Grappa e di viaggiare in ogni dove per conoscere altri spiriti. Con i fratelli Giampaolo, Barbara e Andrea porta avanti una tradizione e un obiettivo: far capire e apprezzare la fatica, la tenacia e l’amore racchiusi in una bottiglia di Grappa.

Romano, amante della radio e del calcio, ama riprodurre favolose radiocronache di partite impossibili sin dal tempo dei balocchi. L’ingresso nella redazione di Radio Capital nel 1998 gli consente di trasformare la fantasia in realtà e, tra una trasferta e una partita in casa, fioccano i suoi commenti puntuali e raffinati, in attesa del coronamento del sogno più bello: sedersi a Wembley, infilare la cuffia ed accendere il microfono. Per ora si accontenta di farlo con Doris Zaccone in “Bla Bla Capital” e con Silvia Mobili in “Italian Graffiati”.

Giorgio Vasta (Palermo, 1970) ha pubblicato il romanzo Il tempo materiale (minimum fax, 2008, Premio Città di Viagrande 2010, Prix Ulysse du Premier Roman 2011, pubblicato in Francia, Germania, Austria, Svizzera, Olanda, Spagna, Ungheria, Repubblica Ceca, Stati Uniti e Inghilterra), Spaesamento (Laterza, 2010), Presente (Einaudi, 2012, con Andrea Bajani, Michela Murgia, Paolo Nori). Con Emma Dante ha scritto la sceneggiatura del film Via Castellana Bandiera (2013). Collabora con «la Repubblica», «Il Venerdì», «Il Sole 24 Ore» e «il manifesto», e scrive sul blog letterario minimaetmoralia.com.

Mauro Buffa è nato e vive a Trento. Ha lavorato come giornalista e ha scritto reportage di viaggio. Ha compiuto vari viaggi in bicicletta attraverso l’Europa. Oggi dirige un istituto culturale. Con Ediciclo ha pubblicato Sulla Transiberiana. Sette fusi orari, 9200 km, sul treno leggendario da Mosca al mar del Giappone (2010) e Sulla Transmongolica. Oltre 9000 km in treno da Mosca a Pechino sulle orme di Gengis Khan (2012). USA coast to coast (2015).

Dal 2005 è editor di Contrasto dove coordina lo staff dei fotografi e ne cura i progetti, molti dei quali hanno ottenuto riconoscimenti internazionali. Insegna presso l’Istituto Europeo di Design di Roma. Nel 2011 ha creato Zona, associazione che sviluppa progetti dedicati ai nuovi linguaggi della fotografia, del video, del giornalismo.

Lavora a Radio3. Autrice di programmi radiofonici, è responsabile di Fahrenheit, la storica trasmissione di "libri e idee". Ha scritto "Haiku e saké. In viaggio con Santōka" ADD editore.
Da tre anni commenta la notizia del giorno sul suo blog "DailyHaiku" con una poesia e una foto.

Va in onda tutti i giorni su Radio Deejay con il suo fortunatissimo programma Pinocchio, affiancata da Diego e La Vale. Dopo aver cominciato la sua carriera come rapper è nella radio che trova la sua vera passione. Anche il Giappone le fa battere forte il cuore, ci va almeno una volta all’anno da quando ne aveva dodici.

Vive e lavora a Milano, dove si occupa di strategie di comunicazione e internazionalizzazione. I suoi articoli su Made in Italy, export e investimenti esteri si possono leggere sul “Foglio”, “Milano Finanza2 e Linkiesta.it. Ha pubblicato “Esportare l’Italia. Virtù o necessità?” (Guerini e Associati), “Food Economy. L’Italia e le strade infinite del cibo tra società e consumi” (Marsilio) e “Uberization. Il potere globale della disintermediazione: cosa fare perché uno strumento utile non diventi un’ideologia” (Egea).

Presidente del Cesvi, organizzazione umanitaria indipendente, Fondazione di partecipazione, Ong e Onlus.
Già consulente aziendale di marketing communication, ha ideato e diretto per Cesvi numerose iniziative di relazioni pubbliche e campagne di “pubblicità positiva”. Tra queste, il lancio in Italia dell'SMS solidale insieme a Vodafone: un’operazione premiata, nel 2003, con il Sodalitas Social Award. È vicepresidente di Agire - Agenzia Italiana di Risposta alle Emergenze.

Nata a Catania, vive a Roma. Ha cominciato a lavorare con il Gruppo editoriale L'Espresso dal 1997, agli esordi di Repubblica.it. Ha attraversato diverse redazioni del Gruppo; per diversi anni ha lavorato all'Agl, l'agenzia dei giornali locali. Dal 2002 è all'Espresso. Vicecaporedattore dell'Ufficio centrale, si occupa di Culture e cura la sezione "Visioni". E' autrice del romanzo "Caterina della notte" (Piemme). Bookmarks è il suo blog sui libri. Sposata, ha due figlie.