Architetto italiana e svizzera del Politecnico di Milano, specializzata in antropologia americana all’Università Complutense di Madrid, studia l’architettura cerimoniale andina dal 1986. Dopo un rilievo sugli insediamenti inca e sulla pianificazione urbanistica a Ollantaytambo, in Perú, la sua ricerca si è focalizzata sugli spazi sacri, sui centri cerimoniali e sulle capitali teocratiche. Lavora per il CISRAP in Perù a Cahuachi, Nasca, dal 1996 e più recentemente a Tiahuanaco in Bolivia, per il Museo Tumbas Reales di Sipan a Ventarròn, Chiclayo e per la Dirección Desconcentrada del Ministerio de Cultura a Machu Picchu, dove ha sequenziato fasi costruttive, definito una metodologia di campo e strutturato una base teorica disciplinare, restituendo i modelli 3D dei siti. Ricerca anche la tipologia architettonica delle malocas amazzoniche e l’occupazione territoriale delle società cosmocentriche di costa, sierra e selva in epoca arcaica.
È membro del “Centro Studi e Ricerche Archeologiche Precolombiane” di Brescia e Nasca, membro fondatore della cattedra Unesco dell’Università di Genova in antropologia della Salute, e affiliata all’organizzazione Architetti senza Frontiere e all’ONG Mimondo. Ha pubblicato saggi sull’architettura inca, Cahuachi, Ventarròn e sulle montagne sacre andine. È autore di Ande Precolombiane – forme e storia degli spazi sacri , di Microcosmos – visión andina de los espacios prehispánicos e di Lima – memoria prehispánica de la traza urbana di Apus Graph Ediciones.

 

Sarà presente ai seguenti eventi: